Utile, per tutti

Il Regolamento di utilizzo

Uno strumento a disposizione.

Baita Rondanino nasce con la volontà di mettere a disposizione spazi e luoghi adatti allo svolgimento di proposte educative, attività sociali ed eventi didattici. Per questo dedichiamo grande attenzione ad offrire una struttura mantenuta al meglio.

Chiediamo ai nostri ospiti rispetto e attenzione, affinché la casa e i suoi terreni continuino ad essere un luogo privilegiato per le attività di gruppi scout, oratori, parrocchie e associazioni.
Il Regolamento di utilizzo è uno strumento a disposizione di tutti per il miglior mantenimento di questo luogo speciale.

Regolamento di Utilizzo Gruppi

A – UTILIZZO GENERALE DELLA STRUTTURA

  1. La struttura può ospitare gruppi che si prefiggano scopi educativi, sociali e didattici.
  2. La ricettività massima della struttura, comprensiva dell’uso delle tende sopraelevate, è di 100 persone.
  3. La consegna dell’immobile e/o terreno all’Ente Fruitore e la sua restituzione andrà concordato con il gestore o un suo delegato. L’arrivo del responsabile dell’Ente Fruitore per la consegna struttura è previsto un’ora prima dell’arrivo degli altri ospiti.
    È ugualmente richiesta la permanenza del responsabile a fine soggiorno dopo la partenza degli altri ospiti per la riconsegna struttura.
  4. Per evitare sovrapposizioni tra l’arrivo e la partenza di gruppi diversi nello stesso giorno, gli orari di utilizzo così stabiliti:
    Arrivo dopo le ore 16.00
    Partenza entro le ore 14.00
    Eventuali deroghe saranno possibili qualora non vi sia un susseguirsi di diversi gruppi ospitati e saranno preventivamente definiti e indicati all’art.5 del contratto.
    Ritardi nell’arrivo o nella partenza superiori ad un’ora saranno soggetti al pagamento di una penale di €100,00.
  5. In presenza di minori, deve essere sempre assicurato un numero adeguato di referenti adulti incaricati alla loro costante vigilanza.
  6. Gli ospiti sono tenuti ad osservare un comportamento rispettoso delle regole della civile convivenza nonché di rispetto del vicinato e della comunità locale, con particolare riferimento a utilizzo di impianti audio e tv di qualsiasi origine e genere.
  7. È fatto divieto di commercializzare beni e servizi di qualunque tipo se non preventivamente autorizzati per iscritto dal gestore.
  8. È vietato somministrare bevande alcoliche a minorenni e l’uso eccessivo da parte degli adulti.
  9. L’Ente Fruitore dovrà provvedere in modo autonomo di dotarsi di cassetta di pronto soccorso così come previsto dalla L.R. 16/2008.
  10. È vietato l’uso delle aree, delle strutture e delle attrezzature per fini pratici ed economici differenti dalla loro specifica destinazione, per cui è esclusiva responsabilità dell’Ente Fruitore ogni danno o imprevisto derivante da utilizzi differenti che si vengano a verificare.
  11. L’accesso alla Centrale Termica è consentito all’Ente Fruitore solo tramite addetto capace e abilitato. All’interno della Centrale Termica è predisposto idoneo manuale tecnico dell’uso degli impianti tecnologici e loro schema tecnico.
  12. Viene richiesta la presa visione e il rispetto del Piano di Valutazione Rischi e del relativo Piano di Emergenza ed Evacuazione esposti in visione presso Baita Rondanino.
  13. L’Ente Fruitore dovrà disporre al proprio interno un responsabile antincendio e responsabile primo soccorso.
  14. È vietata la regolazione e la manomissione degli impianti tecnologici della struttura (allarme antincendio, quadro elettrico, ecc.).
  15. Il transito auto all’interno di Campo Gulliver è autorizzato esclusivamente per carico e scarico e limitato ad un veicolo alla volta. È disponibile all’ingresso della struttura un’apposita area parcheggio per un numero limitato di quattro auto; ulteriori automezzi dovranno essere posteggiati nelle apposite aree pubbliche senza creare impedimenti agli abitanti.
    È vietato lasciare auto in sosta nei pressi della baita e all’interno del campo.
  16. È vietato l’uso dei terreni confinanti con la struttura se non previo accordo con i rispettivi proprietari.
  17. Ai fini di sicurezza e del mantenimento delle strutture, è vietato sedersi sulle staccionate.
  18. Le strutture devono essere riconsegnate nello stato in cui sono state prese in uso, ivi compreso lo smaltimento di immondizie, anche se differenziate, e la pulizia dei locali con particolare attenzione ai servizi igienici ed alle attrezzature di cucina nonché l’eventuale abbandono di alimenti. Le pulizie dei locali e dell’ambiente esterno circostante devono essere effettuate in modo accurato. Tutto il materiale di proprietà dell’Ente fruitore deve essere rimosso al momento del termine del soggiorno.
    È possibile concordare lo svolgimento delle pulizie finali da parte del gestore alla tariffa di €100 ma si ricorda che la pulizia dei locali e delle attrezzature, nonché lo smaltimento dei rifiuti, vanno comunque effettuati da parte dell’Ente Fruitore e che tale tariffa è riferita alle pulizie “di fino”.
    Il mancato svolgimento delle pulizie al termine del soggiorno comporta l’addebito di una penale.
  19. Per il rispetto delle normative igienico sanitarie, le immondizie dovranno essere riposte provvisoriamente all’interno di Campo Gulliver in area apposita segnalata dal gestore e successivamente smaltite in modo celere così come previsto dal regolamento comunale. I rifiuti non dovranno essere né sotterrati né incendiati.
    L’Ente Fruitore deve provvedere autonomamente a dotarsi dei sacchi utili alla raccolta delle immondizie.
  20. Eventuali ceneri fredde a seguito di fuochi ricreativi dovranno essere riposte nei luoghi segnalati dal gestore.
  21. Gli animali domestici non sono ammessi al campo.
  22. È possibile richiedere il noleggio di legname da carpenteria da utilizzare integro per pionieristica scout/giochi, ecc.
  23. Si informa che per motivi di sicurezza, all’interno di Campo Gulliver è presente un impianto di videosorveglianza attivo per il controllo a distanza. L’informativa sulla privacy è disponibile presso la struttura e sul sito www.baitarondanino.it

B – UTILIZZO DELLA CASA/BAITA

  1. Raccomandiamo che ogni ospite abbia la massima cura degli arredi e dei locali a disposizione con particolare attenzione alla percorrenza e uso delle pavimentazioni e pareti in legno.
  2. Gli arredi non dovranno essere movimentati, con esclusione di tavoli e panche che dovranno essere lasciati al termine del soggiorno nella sistemazione così come trovata al momento di presa in consegna della struttura.
  3. Si segnala che ai fini della sicurezza degli ospiti, è vietato ingombrare i passaggi e le uscite di sicurezza.
    È vietato creare impedimenti alle uscite e fermare in posizione chiusa le ante di legno esterne alle porte di uscita.
    È inoltre vietato creare impedimenti al movimento delle porte tagliafuoco.
  4. È vietato l’utilizzo, se non in caso di emergenza, dell’uscita di sicurezza posta nel dormitorio.
  5. Nel dormitorio è vietato l’uso di qualsiasi calzatura.
  6. Il dormitorio è attrezzato con letti a castello con materasso e cuscino, gli ospiti dovranno essere muniti di propria federa e coprimaterasso con angoli ed è necessario che ciascuno sia dotato e utilizzi il proprio sacco a pelo.
  7. È consigliato dotarsi di stoviglie personali per la consumazione pasti.
  8. La casa viene consegnata con gli impianti perfettamente funzionanti e in ottimo stato di manutenzione.
    L’uso degli impianti deve essere effettuato da adulti seguendo le indicazioni del gestore che va contattato in caso di problemi (no fai da te!). A tale riguardo si segnala che l’uso della caldaia a legna va effettuato con buon senso evitando l’eccessivo carico di combustibile e seguendo le indicazioni esposte nel locale.
  9. Dal 1 Ottobre al 30 Aprile (con l’esclusione dei weekend), per il riscaldamento è possibile utilizzare a scelta la caldaia a legna e/o quella a GPL. In altri periodi è disponibile esclusivamente la caldaia a GPL. La casa è dotata anche di pannelli solari idonei alla produzione limitata di acqua sanitaria.
  10. Per fini di sicurezza, all’interno del campo e in particolare nei pressi di Baita Rondanino, vige il divieto assoluto di fumo e di uso di fiamme libere in qualsiasi forma (lumini, torce, fiammiferi, candeline, preparazione pasti al di fuori degli ambienti idonei, ecc.), oltre che di petardi o simili.
  11. È richiesto di non appendere indumenti umidi o bagnati agli appendiabiti posti in prossimità delle perlinature in legno.

C – USO DEI TERRENI E DELLE AREE AGRICOLE E BOSCHIVE

  1. L’uso delle zone aree agricole e boschive è affidata nello spirito del buon padre di famiglia alla esclusiva responsabilità dell’Ente Fruitore.
  2. Al fine del mantenimento della copertura erbosa, si segnala l’importanza di variare spesso i luoghi di ritrovo e gioco e di evitare la stesura di teli sui prati per periodi prolungati.
  3. I prati dovranno essere lasciati liberi da ingombri (sassi, legni, ecc.).
  4. Al fine del mantenimento delle pendenze e dei movimenti terra, è necessario utilizzare i sentieri e i passaggi predisposti, evitando di percorrere i pendii.
  5. Nei terreni non potranno essere scavate canalizzazioni, buche o altro. Si segnala che nei terreni a disposizione esistono interrate linee elettriche, telefoniche ed altro in uso ai servizi generali.
  6. Le piante e la natura circostante non dovranno essere in alcun modo danneggiate. Non è possibile effettuare il taglio di specie arbustive ed arboree. È possibile la raccolta di legna secca a terra nelle aree specificatamente segnalate.
  7. I fuochi possono essere accesi esclusivamente negli appositi luoghi predisposti e sopraelevati dal terreno, in campo aperto, e dovranno essere prese tutte le precauzioni per evitare incendi.
  8. È vietato l’uso degli abbellimenti coreografici situati all’interno del campo (totem indiano, veliero, astronave, librone, ecc.).
  9. Baita Rondanino è dotata di un numero di servizi igienici utili anche agli utenti dell’area campeggio. Ulteriori necessità utili al montaggio di servizi di proprietà dell’Ente Fruitore, potranno usufruire di attacchi esterni di scarico fognario appositamente predisposti. Non è possibile usare latrine scavate nel terreno o WC chimici.
  10. Le tende di dotazione personale dovranno essere montate all’interno delle apposite piazzole salvo accordi differenti.
  11. Si ricorda che l’utilizzo delle aree esterne alla casa/baita necessita di adeguata attenzione e buon senso, in quanto si tratta di ambienti naturali nella quale, per proprie caratteristiche intrinseche, non è possibile escludere ogni rischio o pericolo per chi le frequenta.

D – USO DELLE TENDE SOPRAELEVATE

  1. L’accesso alle tende sopraelevate è strettamente vietato a minori di età inferiore a 12 anni.
  2. Le tende sopraelevate sono solide e robuste, ma necessitano di un uso corretto e la supervisione costante di adulti in caso di utilizzo da parte di minori.
  3. Le tende sopraelevate sono utili ad ospitare un massimo di 6 persone ciascuna.
  4. Al di sotto delle sopraelevate è possibile montare qualsiasi tenda personale in una zona circoscritta di mt. 3,80X4,45 per una altezza massima di mt. 2,00, senza ledere in alcun modo la pavimentazione presente.
  5. Per il mantenimento integro delle tende e dei loro accessori e per la propria sicurezza evitare di:
    accedere alla zona notte con qualsiasi tipo di calzature, lasciando le stesse alla base delle scale;
    – entrare e uscire dalla tenda senza aprire bene tutte le cerniere per la loro intera estensione;
    – stendere indumenti o teli bagnati su balaustre, corde di protezione o sul sovratelo;
    – coprire le corde di protezione con indumenti, asciugamani o altro al fine di definire sempre il limite di pericolo;
    – accendere fuochi o fiamme libere sotto e all’interno delle tende;
    – scavalcare o sporgersi dalle balaustre, dondolarsi appendendosi alle travi, scendere dalla scala rivolti verso l’esterno;
    – ingombrare il passaggio sul pianerottolo di ingresso ed innanzi l’accesso alla scala;
    – imbrattare e rovinare le strutture e le tende con scritte, incisioni, chiodi, puntine, nastri adesivi, scotch, ecc.;
    – sostituire gli elastici di sostegno con corde rigide;
    – stendere la biancheria sporgendosi dall’alto, ma farlo da terra utilizzando gli appositi cordini tesi tra i braccetti;
    – manomettere l’impianto di illuminazione della zona giorno delle tende o usarlo in modo differente. L’impianto è in bassa tensione a 24 V.

E – COVID19

A titolo esemplificativo e non esaustivo e al fine di sensibilizzare l’Ente Fruitore alla corretta gestione delle norme in materia di prevenzione e contenimento del contagio da Covid-19, invitiamo l’Ente Fruitore a mettere in pratica, tra le altre previste dalle normative, le seguenti azioni:

  1. privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni, sempre nel rispetto del “distanziamento sociale” di almeno 1 metro;
  2. sensibilizzazione dei partecipanti all’utilizzo di mascherina e alla puntuale igienizzazione delle mani, oltre che al distanziamento sociale;
  3. indossare la mascherina nei luoghi chiusi;
  4. pulire e disinfettare frequentemente le superfici;
  5. arieggiare e favorire il ricambio d’aria degli ambienti interni, in particolare dei locali dedicati al pernottamento;
  6. i tavoli e le panche devono essere utilizzati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i presenti;
  7. per lo svolgimento dei pasti andranno previste tutte le consuete misure di pulizia e disinfezione delle superfici, evitando il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili se non disinfettabili;
  8. favorire la differenziazione dei percorsi all’interno delle strutture, con particolare attenzione alle zone di ingresso e uscita. Si suggerisce, a tal proposito, di affiggere dei cartelli informativi e/o di delimitare gli spazi (ad esempio, con segnalazioni rimovibili da apporre sul pavimento, nastri segnapercorso, ecc.);
  9. per quanto riguarda i servizi igienici, si raccomanda di prevedere un’organizzazione anche su turni in base agli spazi, che eviti gli assembramenti ed in particolare l’intersezione tra gruppi diversi;
  10. raccomandare agli occupanti delle “zone tende” di pulire e disinfettare gli arredi esterni oltre a quelli interni ai locali coperti.