Piani di Artavaggio

3.00h - impegnativo - dislivello 700m - percorribile anche in inverno - Google Maps

Questa escursione inizia direttamente da Campo Gulliver dirigendosi verso Reggetto per poi proseguire sulla strada in salita di fronte alla strada sterrata di ingresso al Campo e alla destra del lavatoio, poco più avanti la strada si interrompe in un bivio tra due mulattiere: si continua su quella di destra. Il percorso continua comodo e pianeggiante per circa venti minuti per poi scendere verso il torrente alla destra e attraversandolo con un ponte in cemento. Da qui in poi si continua sul sentiero 150 che svolta verso sinistra e comincia a salire attraverso il bosco. Giunti nei pressi di alcuni ruderi, il bosco momentaneamente si apre e si sale ancora per poi svoltare a sinistra al bivio. Il sentiero continua a salire per poi girare attorno a due vecchie baite e proseguendo alla loro sinistra scendendo verso il pascolo e attraversandolo, si tiene la destra e si intraprende la grande strada sterrata che sale. Il percorso ora segue la strada fino a destinazione. Consigliamo di avere con sé un copricapo in quanto in estate il sole scalda molto allo scoperto dello sterrato. Gli ampi tornanti che la strada crea si possono tagliare a tratti lungo il sentiero segnato, percorrendo anche prati dove si possono facilmente avere incontri ravvicinati con alcune marmotte. Man mano che si sale il paesaggio si apre tra i pascoli e si può godere del panorama circostante, senza farsi sfuggire alcuni rapaci che vivono nella zona. La strada, che è utilizzata dai mezzi di servizio dei rifugi ai Piani, conduce direttamente a destinazione. I Piani di Artavaggio sono un bell'altipiano dove è possibile fermarsi mangiando al sacco o presso i rifugi ivi presenti, e che d'inverno diventa meta di sciatori.